LABORATORIO L’IRONIA DEL GESTO

laboratorio di teatro poetico del movimento tenuto da Giorgio Rossi

Cirko Vertigo nell’ambito del progetto Accademia del Circo, in collaborazione con blucinQue presenta lo stage “L’Ironia del Gesto” laboratorio di teatro poetico del movimento tenuto da Giorgio Rossi dal 16 al 20 gennaio presso Chalet Allemand all’interno del Parco Culturale Le Serre di Grugliasco.

CON LA LEGGEREZZA DELL’ESSERE E L’AUTO IRONIA GIOCARE CON IL MOVIMENTO E LO SPAZIO

Ogni movimento ha un centro di gravità, basta governare quel centro, nell’interno della figura, le membra che non sono altro che pendoli, seguono senz’altro soccorso, in una maniera affatto meccanica da se

Si intende accostare lo studio dell’ironia a quello del movimento per dare la possibilità di ampliare gli orizzonti , cercando un contesto più completo dove la danza il gesto la parola e il gioco possano rimanere liberi e uniti armonicamente alle emozioni, ai sentimenti e alle esperienze di ciascuno. Sia reali che immaginate.

Espressione corporea, movimento creativo riscoperta del movimento e della sua energia anche più primordiale, in relazione non tanto e solo allo sviluppo di competenza fisiche ma:

– come possibilità di un ampliamento delle proprie esperienze fisiche non solo come semplici attività motorie ma anche di ascolto, di riscoperta e di serena accettazione di un corpo dimenticato; tuttavia reale….

– come esperienza poetica in cui proprio il corpo riscoperto possa fungere da espressione delle proprie emozioni ed energie interiori aiutando la crescita di un “linguaggio delle emozioni” anche malgrado se’ e nuova modalità di comunicazione con gli altri; FORSE!

– come esperienza che permette di accrescere la narrazione DEL CORPO  al fine di  tentare di avvicinarsi alla conoscenza del se’ e relazionarsi con l’altro, gli altri.

info e iscrizioni al laboratorio

GIORGIO ROSSI

Giorgio Rossi, come direbbe E. Satie‚ “è un mammifero danzante”.
 All’età di 4 anni‚ vedendo il clown svizzero Dimitri esibirsi nel surreale tempo della scena‚ ha capito che il teatro era la sua vita.
Deve la sua fortuna artistica all’aver potuto assistere ai lavori di grandi maestri (Kantor , Brook , Bausch , Carlson ….) e‚ con alcuni‚ ha imparato l’arte scenica‚ sia come allievo che come interprete. Nel 1984 è co–fondatore della Sosta Palmizi‚ sigla sotto la quale‚ in 30 anni‚ hanno lavorato oltre 400 danzatori e non, che via via hanno trovato lavoro nelle maggiori compagnie di Teatro Danza Italiane e Europee o hanno fondato propri gruppi e alcuni dei quali oggi, fanno parte dell’Associazione.
Con i suoi spettacoli‚ ha girando il mondo‚ grazie all’universalità dell’arte poetica del movimento‚ di cui fa uso.
 Fa parte di quella specie di esseri in via di estinzione che crede profondamente nell’immaginazione.
 Si definisce un partigiano dell’immaginazione. La sua danza‚ è fatta di un’energia organica che auspica lo porti sulle scene ancora per molto tempo. In questi anni collabora con artisti di altri campi , come: A.Pazienza P. Fresu, B. Bertolucci, T. Guilliam, S. Benni, P. Turci, L. Poli, , D. Riondino, P. Rossi, Banda Osiris, G. Mirabassi, D.Rea , E. Pozzi, Jovanotti, F.Bruni , G. Trovesi , M. Rabbia, M. Baliani, F. De Luigi e tanti altri, partecipa come danzatore autore nella trasmissione VIENI VIA CON ME di R. Saviano  e F. Fazio. Nel 2012 crea per l’Opera di Roma lo spettacolo Cielo di Marzo.2013 Carmen di Bizet con L’ Orchestra di piazza Vittorio  2014 coordina 320 ragazzi e danzatori per  il 620 Carnevale di Putignano. 2013 Sulla felicità per 12 danzatori , 2015 l’assolo  lasciati amare , 2015 da dove nascono le stelle , dedica negli ultimi 10 anni sempre più tempo all’insegnamento, creando eventi in luoghi ameni con i partecipanti ai suoi laboratori .

giorgio-rossi-09-cirko-vertigo